Frontalieri dimenticati?

INTERNET NON VA

LA REGIONE DOVE STA?

Internet non va, internet è lento.

Sembra una lamentela inutile invece ci troviamo in una situazione in cui la posa della fibra ottica per l'alta velocità va a rilento.

Nel disinteresse della classe politica!

Si può, si deve cambiare!

√ą ORA DI CAMBIARE!

VOTARE SEMPRE GLI STESSI HA PORTATO A QUESTI RISULTATI!

#isolitiAcasa

Il candidato PD in regione Ludovico Papalia segnala zone della regione in cui a internet ci deve pensare Elon Musk. "Chiedo chiarimenti immediati sui ritardi delle installazioni di fibra ottica nei comuni lombardi"

"Sapete che ci sono zone della regione in cui la gente deve pagare la connessione satellitare per avere internet ad una velocità decente?"

Così esordisce il candidato in regione Ludovico Papalia, che chiede "chiarimenti immediati" alla regione per i ritardi di installazione della fibra ottica in Lombardia.

Poi continua: "Se siete mai andati con il naso fuori dall'Italia vi sarete resi conto che internet ad alta velocità non è solo una cosa bella per vedere bene Netflix ma una necessità per famiglie e imprese. Internet è una infrastruttura pubblica. Una grande, enorme macchina complessa che richiede soldi (tanti) e volontà vera di realizzare qualcosa di buono che resti per il futuro (rara)."

Continua poi evidenziando lo scompenso tecnologico italiano rispetto agli altri paesi.

"La fibra ottica non è un progetto recente. Scandaloso vero?

Nel 2012 la Finlandia ha completato il cablaggio delle città in fibra portando in tutte le case un gigabit al secondo (1000 Mbit/sec). E da babbo natale, insieme alle renne nel mezzo del nulla? Lì la velocità è "solo" 100 mega!

Per non parlare della Corea del Sud, dove la velocità media internet già nel 2005 oscillava tra i 5 giga al secondo e il "solo" giga al secondo

Sposta poi l'attenzione sulle difficoltà di competizione per le aziende lombarde

"La troppa burocrazia e la continua necessità di chiedere mille permessi a cinquemila autorità diverse per fare ogni cosa rischia di rallentare di nuovo tutto!

Quando ben avremo finito con la fibra ad 1 giga nel resto del mondo ne avranno 10, di giga

Fino a che non ci renderemo conto che LA COMPETIZIONE E' GLOBALE continueremo a vedere le eccellenze e le imprese fuggire, salvo poi dare loro le colpe di tutto!"

Dichiara: "Ho conosciuto aziende e semplici famiglie che per poter gestire la loro imprenditoria o seguire le video lezioni hanno dovuto installare sistemi di internet satellitare. Ma vi sembra normale? Internet è ormai un diritto fondamentale, bisogna garantire a tutti la possibilità di fruirne in modo facile e a prezzi accessibili!"

"Sapete cosa significa non avere internet? Significa non accedere a servizi che sono ormai fondamentali! Chi dice che internet è superfluo è fuori dal mondo! L'accesso ad internet è ormai un diritto fondamentale che deve essere garantito!"

Conclude: "in sintesi, ora il progetto di cablare con la fibra ottica la regione c'è. Basta verificare nelle mappe per rendersi conto che bisogna fare forte pressione perchè le zone meno densamente popolate vengano cablate e raggiunte dalla alta velocità. La tecnologia cambia, si evolve, e la nostra regione ha il dovere politico di seguire questi cambiamenti e agevolare le nostre imprese e i nostri lavoratori. Le imprese hanno bisogno di internet veloce per poter migliorare l'offerta e i cittadini per garantirsi l'accesso a servizi ormai fondamentali. La regione può fare molto per accelerare il progresso ma in questi anni ho visto del tutto mancare la sensibilità su tema

I soliti hanno fallito, i soliti a casa! √ą tempo di cambiare davvero la Lombardia!"